La differenza sta nel non dipendere dal cellulare.

Uso e abuso.

La frequenza è quello che fa la differenza. I siti visitati ci fanno capire dove c’è la fissazione. A volte si tratta solo di curiosità, la voglia si sapere cosa fanno gli altri o di raccontare di sé, cosa che capita con l’utilizzo  quotidiano di facebook.

Saper scegliere come passare il tempo indica maturità, ma si lega anche ad una sorta di abitudine meccanica. E’ facile lasciarsi trascinare e per un sms da mandare si può fare di tutto. Inoltre, se per caso non arriva la risposta il controllo diventa un pensiero continuo. Si vuole verificare che l’altro abbia letto e ricevuto il messaggio e se non ci dice nulla iniziano le paranoie. Banalità che si trasformano in trappole mentali. Mentre si è in bagno, durante il pasto, mentre si cammina per strada sguardo e attenzione è sullo schermo. Si è più concentrati su cosa inviare, invece che cercare di relazionarsi con gli altri dal vivo. Quindi ancora una volta la conclusione è che lo stare troppo sul computer non fa star in mezzo al mondo, l’unico posto dove tutto alla fine comporta un benessere.

I mezzi innovativi hanno un grande potenziale, ma se non sono sfruttati bene, il disordine fa presto ad innescarsi.

Dott.ssa Patrizia Politano - Psicoterapeuta

Dott.ssa Patrizia Politano - Psicoterapeuta

La dottoressa Patrizia Politano è Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale. In più di 10 anni ha aiutato centinaia di persone ad affrontare e superare attacchi di ansia, attacchi di panico e le altre patologie psichiche derivate da stati di ansia persistente. Riceve su appuntamento (anche per telefono e via Skype), cell. 3478228233